La regione Emilia Romagna lancia un bando per la transizione digitale delle imprese artigiane cumulabile al credito d’imposta del 50% dell’industria 4.0

La regione Emilia Romagna punta sulla trasformazione digitale delle imprese artigiane con un bando ad hoc che aprirà il prossimo 13 aprile dalla dotazione iniziale di 5,5 milioni di euro.

Il bando si rivolge alle imprese artigiane del settore manifatturiero (sezione C del Codice ATECO) e alle imprese artigiane che, pur non appartenendo al settore manifatturiero, svolgono la propria attività all’interno di una determinata catena del valore, cui appartengono una o più imprese manifatturiere.

Vengono quindi ammessi interventi per:

  • introduzione e/o implementazione di almeno una delle 9 tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0 (cioè Internet delle cose, Big data analytics, Integrazione orizzontale e verticale dei sistemi, Simulazioni virtuali, Robotica, Cloud computing, Realtà aumentata, Stampanti 3D, Cybersecurity);
  • adattamento e connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti ad almeno una delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
  • adozione di altre soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione delle funzioni delle piattaforme e delle applicazioni digitali per la gestione dei rapporti tra i componenti, relative alla progettazione, esecuzione, logistica e manutenzione

Il contributo a fondo perduto è del 40% della spesa ritenuta ammissibile, incrementata di cinque punti percentuali nel caso in cui ricorra una delle priorità previste nel bando. Il contributo complessivo concedibile, anche in presenza dei requisiti per ottenere l’applicazione delle premialità sopra indicate, non potrà comunque superare l’importo massimo di 40.000 euro.

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 10:00 del giorno 13 aprile 2021 alle ore 13:00 del giorno 30 aprile 2021.

Tale agevolazione è cumulabile al credito d’imposta del 50% dell’industria 4.0 per gli investimenti del costo fino a 2,5 mln di euro effettuati entro il 31 dicembre 2021.

Leave reply:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *